I funghi del genere Candida (C. albicans, C. glabrata, C. krusei, C. tropicalis ) sono funghi lieviti che fanno parte integrante di flora normale della pelle e della mucosa di organi intestinali, genitali e riproduttivi. Si insediano maggiormente nelle cavita’ calde, umide e oscure del corpo umano, ma possono anche migrare in altri posti nel corpo, soprattutto negli eventi dell’immunocompromissione.
La specie piu’ nota e Candida albicans (traduzione libera della “candida bianca“ perche’ forma colonie bianche e caciose) la quale crea problemi piu’ frequentemente dopo l’uso di antibiotici, steroidi, ormoni (pillole contraccettive), durante la gravidanza, mestruazione, nei casi di uso eccessivo di saponi alcalini, indossamento di biancheria inadeguata, dopo chemioterapia e radioterapia. La moltiplicazione del fungo e’ legata anche ad alcune malattie come diabete, disturbo del funzionamento della tiroide, il Lupus ed altre malattie autoimmuni, AIDS, malattie tumorali, trapianto di organi, ecc.

 Kandida test namenjen ženama  Kandida test namenjen muškarcima
TEST DONNA
clic qui
TEST UOMO
clic qui

Quando la Candida diventa aggressiva? Quando glielo permette l’ambiente che rende possibile la sua crescita incontrollata. L’immunita’ forte e la flora batterica normale (Lactobacilus bifidus, Lactobacilus acidofilus) prevengono la moltiplicazione del fungo, ma quando questo fine equilibrio viene disturbato, provoca candidosi. L’uso degli antibiotici provoca la candidosi nelle persone che altrimenti hanno una buona immunita’. Oltre a distruggere batteri patogeni, gli antibiotici nella gran parte riducono anche il numero di batteri buoni e liberano sulla mucosa improtetta lo spazio sufficiente per la moltiplicazione della Candida.

La Candida puo’ essere presente: nella cavita’ orale, nel faringe, sulla lingua, nel naso, nello sputo, nei bronchi, nei polmoni, nel tratto digestivo, nell’urina, nelle orrecchia, nella vagina, sulla pelle, alle unghie, nel sangue. Percio’, i possibili sintomi sono numerosi, vari e aspecifici:

  • lo strato bianco sulla lingua e nella cavita’ orale, tosse secca ed abbaiante, raschio nella gola, congestione nasale cronica, russo, raffredori ripetuti costantemente, gola arrossata,
  • gonfiore dello stomaco, perdita di appetito, disturbo della digestione, alterazione di evacuazione da quella liquida a quella dura, cattiva digestione, appetito ridotto, screpolazioni minute della lingua e strato bianco sulla lingua, diarrea, muco nelle feci, prurito anale,
  • depressione, neurosi, ritenzione liquidi, mal di testa, pelle ruvida, secca e screpolata, cattiva memoria, vertigine, agitazione, fischio nelle orecchie, prurito delle orecchie,
  • debolezza muscolare, gonfiore alle articolazioni, dolore muscolare, disturbi dell’olfatto, del gusto, della vista e dell’udito, sapore metallico e salato in bocca, afte in bocca, vista annebbiata e poco chiara,
  • macchie inspiegabili sulla pelle, attacchi di fame, voglia incontrollabile di dolci, poca tolleranza all’alcool, dolori alle articolazioni, bassi valori di ferro e zinco, leucopenia cronica,
  • candidosi genitale – nelle donne – prurito della vagina e perdita vaginale torbida di color bianco, caciosa. Il rossore e’ segno di infiammazione e la vagina e’ coperta di colonie caciose del fungo. Negli uomini di solito non ci sono sintomi (portatori asintomatici). Possono apparire strati bianchi al glande ed al prepuzio. Sono possibili anche le perdite dall’uretra. I sintomi sono soprattutto forti dopo il rapporto sessuale perche’ la frizione aumenta ancora il prurito ed il fastidio. Nelle donne puo’ comparire anche un forte dolore. Il prurito puo’ diffondersi anche alla regione dell’ano.
  • mughetto o soor nei neonati – compare spesso nei neonati e negli infanti, raramente negli adulti, alla mucosa della lingua e della bocca, in forma di strati biancastri, con aspetto di latte cagliato. Sotto questi strati ci sono piaghe dolorose che rendono difficile la nutrizione dei bambini.
    candidosi della pelle colpisce prevalentemente la regione tra le dita della mano, soprattutto tra il terzo ed il quarto dito. Appare in forma di rossore limitato, strati biancastri, umidita’ e prurito. La malattia e’ caratteristica dalle casalinghe e dai pasticceri, visto che lavorano spesso con le mani dentro l’acqua. La candidosi colpisce spesso le persone obese ed alle pieghe cutanee dove due superfici di pelle si toccanno e provocano frizione, oppure sotto le mammelle nelle donne. In questi punti compaiono piastre limitate, rosse ed umide, coperte di vesciche e pustole.

Qualora il problema ed i sintomi causati dalla Candida vengano trascurati essa potrebbe diventare aggressiva ed in peggiore dei casi finire con la sepsi e perfino la morte.

Come si cura la candidosi?

Con aiuto dell’olio di origano selvatico (Origanum minutiflorum) ed alimentazione corretta.
L’olio di origano selvatico viene preso nei cicli di tre settimane, con intervalli di dieci giorni fra i cicli. L’olio viene preso sempre tre volte al giorno, dopo pasti, diluito in un cucchiaino di olio alimentare (spremuto a freddo, non raffinato olio di oliva, di cocco, di girasole, di lino…). Eventualmente l’olio puo’ essere diluito in un cucchiaino di miele o panna grassa. Per poter diluirlo bene bisogna mescolare il contenuto nel cucchiaino e solo allora digerirlo velocemente (non trattenerlo in bocca perche’ e’ troppo piccante e prendere un bicchiere di acqua fredda dopo). La dosi iniziale 3×1 goccia, viene aumentata ogni giorno per una goccia (3×2, 3×3, 3×4), per arrivare infine a 12 gocce al giorno (3×4 gocce) e prendere l’olio in questa dose fino alla fine della terza settimana. Poi, fare un intervallo di 10 giorni (si consiglia di fare analisi di controllo). Se l’infezione persiste ancora (funghi molto resistenti, grave immunocompromissione) bisogna ripetere il ciclo con l’olio.

Per quanto riguarda alimentazione corretta la cosa principale e’ ridurre il consumo di carboidrati che sono il cibo del fungo. Con una riduzione drastica di carboidrati viene ridotta velocemente la quantita’ della Candida nell’organismo.

Cibi proibiti:

  • tutti i tipi di cereali (grano, segale, orzo, avena, mais, grano saraceno, riso, miglio…) e prodotti di cereali (pane e panini).
  • tutti i tipi di dolci e zuccheri (sostituire lo zucchero con dolcificante naturale – stevia)
    cibi trattati industrialmente (consumare solo cibi che si possono fare nella propria cucina da alimenti freschi)
  • latte scremato e prodotti di latte (latte scremato ha meno grassi, ma piu’ lattosio che nutre il fungo)
  • dalle verdure – patate
  • dalla frutta – frutta estramemente dolce (banane, uva) e frutta secca
  • oli vegetali raffinati

Cibi consigliati nella dieta contro la candida:

  • verdura (tutta tranne patate)
  • carne – tutta, senza limiti
  • pesce e frutti di mare
  • prodotti di latte intero – formaggi grassi (45% di grassi), panna, burro
  • frutta – con meno zucchero (limone, arancia, pompelmo, mele acide), ma in quantita’ moderate (un frutto al giorno)
  • frutta secca – nocciolo, mandorle, noci e tutti i tipi di semi
  • oli vegetali spremuti a freddo e non raffinati, grassi animali.

Alimentazione povera di carboidrati e ricca di grassi ((LCHF) non avra’ effetto negativo al livello di colesterolo e processo di aterosclerosi. Nel mondo c’e’ tanta documentazione scientifica che conferma che un’alimentazione del genere favorisce alla nostra salute e non bisogna avere paura del colesterolo, ma dello zucchero, cibi industriali e oli vegetali raffinati – colpevoli per la moltiplicazione della Candida nel corpo!

Fonti:

http://pmj.bmj.com/content/78/922/455.abstract

http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/000626.htm

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1797637/

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK2486/

http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1111/j.1467-789X.2012.01021.x/abstract;jsessionid=7396D07C42DB2B84642D35158B132AF9.d04t04

http://ajcn.nutrition.org/content/91/3/535.long

http://link.springer.com/article/10.1007%2Fs00394-012-0418-1

http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1111/j.1464-5491.2005.01760.x/abstract;jsessionid=F2FCA81A7A0BD31D425BCDD7291C4D9E.d03t01?systemMessage=Wiley+Online+Library+will+be+disrupted+2+July+from+10-12+BST+for+monthly+maintenance